Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Uncategorized’ Category

W gli sposi!

Fratellino, la festa è finita!

E adesso…

Read Full Post »

Dopo tanti anni

Durante la mia brevissima vacanza in quel di Cervia sono tornato a giocare dopo ben 8 anni a quello che era uno dei miei 2 sport preferiti e che in passato ho praticato continuativamente: il basket (l’altro è il baseball).

Assieme ad alcuni miei amici, chi tra loro giocatori, ex giocatori, allenatori e amatori, ho fatto qualche partita a 3 contro tre. Devo dire che pensavo di essere ridotto peggio; a parte il primo impatto dove la mancanza di fiato si è fatta sentire, dopo ho preso ritmo e inaspettatamente sono anche tornato a fare canestro (che non è mai stata esattamente la mia specialità).

Sia chiaro, non è che a riprendere a giocare una partitella tra amici mi sono messo a fare le schiacciate rovesciate, ma il buon Massimo Solaroli (qui nella foto che cerca di superare la mia invalicabile difesa), già allenatore dell’Andrea Costa ad un certo punto ha detto che ero meglio in quei frangenti, dove l’ho imbucata anche da marcato con le mani in faccia, di quanto non facevo ai tempi della promozione dove toppavo anche da smarcato.

Mah…..miracoli della vecchiaia…..

Read Full Post »

27/01/2011

Read Full Post »

Buone Feste!

In attesa del prossimo articolo “vinoso”, auguro a tutti i lettori di questo sito, a tutti gli eno-appassionati e a tutti e basta, i miei migliori auguri.

Quindi Buone Feste a tutti, per un Natale sereno e un anno nuovo ricco di gioia. Mi raccomando, brindate alla salute! Meglio se lo fate con un vino dell’azienda agricola Costa Archi.

PS

Se come da tradizione al pranzo Natalizio vi viene proposta la carne lessa usata per il brodo, vi consiglierei in abbinamento il Lambrusco dei nostri amici Gian Paolo e Marcello.

Read Full Post »

Amore per i vignaiuoli

Gigi Brozzoni, direttore del Seminario permanente Veronelli, sull’ultima newsletter de “Il consenso” ha citato uno scritto del grande Gino Veronelli dove spiega il suo amore per i viticoltori.

Qui sotto lo riporto, il titolo è “l’uomo più degno d’amore”:

“Non ho amore che per i buoni vignaiuoli. Vedili ora, che si approssima la vendemmia. Si esaspera la volontà di fare. Ne dipende la bontà del vino; perdono il sonno, si fanno intrattabili.
Giorno e notte sono nelle vigne. Curano il piegarsi dei pampini verso il ceppo ed il colore che si fa pieno e trasparente nel grappolo (lo osservano contro il cielo). Ne assaggiano gli acini, per cogliere l’insaporirsi e gli zuccheri. Ne provano al tatto l’elasticità.
Se l’ora di vendemmia capita in tempi di soverchia siccità, o peggio, di molta umidità, li si sente anfanare su e giù per i filari. Non raccoglieranno senza qualche giornata di sole o la pioggia. Ne vendemmieranno bagnata, ma al punto in cui il sole l’avrà asciutta ma non fatta calda.
Quando tutte le strologature si sono fatte e avverate, allora – a luna decrescente, con vento secco di tramontana che favorisce la limpidezza, dopo le nove del mattino, a ciel sereno – è il gran giorno. L’aria attorno si è fatta di miele e ti inebria; l’afrore delle viti bruciate dal sole estivo si mescola al pieno aroma dell’uva.
Proprio la fedeltà a questi «segni» millenari fa del vignaiuolo l’uomo più degno d’amore.”

Il vecchio Gino fece un bellissimo ritratto di chi,  come me, vive in mezzo ai vigneti e dell’umore di chi si avvicina alla vendemmia ed è sempre anche a guardare il cielo e (oggi) attaccato al web per vedere le previsioni meteo.

Ma le mogli dei vignaiuoli la pensano tutte allo stesso modo?

Read Full Post »

Addio, vecchio amico!

Come guardiavigna valevi poco, ma per il resto eri infinitamente meglio di tantissime persone. Grazie per la tua compagnia e per tutto quello che ci hai dato. Addio amico mio.

Read Full Post »

10 e 25

Dopo trent’anni, un minuto di silenzio.

Dovrebbe parlare solo chi sa, perchè qualcuno sa……

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »